Tetesco di Cermania

La prima volta che incontriamo la coppia tedesca è all’uscita da Cochrane, deep Carrettera Austral. Arrancano sulla strada sterrata a pochi chilometri per ora. Hanno due bici da giro per il mondo, anche se forse il giro del mondo non lo faranno.

Sono impeccabili. Perfetti. Tante borse e tutte in tinta con la bicicletta. Ogni dettaglio sembra studiato nei minimi particolari. Sono pulitissime nonostante le condizioni della strada e il maltempo. L’abbigliamento è super tecnico. Non li conosciamo ancora ma già li odiamo.

Continua a leggere “Tetesco di Cermania”

Camperos

La pelle di cordero del Senor Leo ad asciugare.

Lui ha dei camperos polverosi ai piedi. Sta seduto con la reverenza di chi sa che dall’altra parte del tavolo c’è qualcuno da rispettare. Magari è più giovane di lui, sa meno della vita, non sa come si governa un gregge, però è una persona da rispettare.

Continua a leggere “Camperos”

Questa strada spakka

DSCF3098Arrivare a Puerto Tranquilo non è molto tranquillo.

Questo piccolo porto è una località sulle sponde del Lago General Carrera come lo chiamano i cileni o lago Buenos Aires come lo chiamano gli argentini. Infatti il lago, uno dei più grandi del Sudamerica, è tagliato in due dal confine. Continua a leggere “Questa strada spakka”

Non può piovere all’infinito. Ma può essere lunghissimo

Ci fermiamo all’interno di una curva alla base di una discesa lunghissima ed a tratti ripida, tagliata fra due ali di foresta che pare pluviale. Tutto è verde, tutto è rigoglioso. Piove incessantemente da molte ore oramai.

Deve essere un castoro quello che ci guarda, immagino sconcertato. Lo sarei anch’io fossi in lui. Se ne sta con la testa fuori dall’acqua in una piccola palude a bordo strada. E proprio in quel preciso momento, uno scroscio d’acqua fortissimo, molto di più del diluvio, già fortissimo iniziato alla mattina, ci travolge. Le gocce rimbalzano sulla giacca e sui pantaloni anti acqua, mentre rivoli d’acqua si infilano fra le loro pieghe. Quello che sento è solo un rimbombare sordo e ovattato sul mio cappuccio. Sono come sordo. Allarghiamo le braccia. Ci arrendiamo. Più forte di così non può piovere. Continua a leggere “Non può piovere all’infinito. Ma può essere lunghissimo”

Ushuaia, Fin del mundo

Siamo scesi da Passo Garibaldi in sette miseri chilometri, che miseri non sono mai con una bicicletta carica. Però sono stati i sette chilometri più belli di tutto il viaggio, con tanto di tornante finale così rotondo che quasi ci ha fatto girare su noi stessi. Continua a leggere “Ushuaia, Fin del mundo”

Tipi da Carretera

Antonio, professore di agronomia all’università del Mato Grosso in Brasile, è sempre sorridente sulla sua mountain bike. Alla sera ce lo ritroviamo vicino di camera a Villa Amengual. Continua a leggere “Tipi da Carretera”

Carretera Austral

“Vai a vedere la chiesa fra gli svincoli autostradali a Firenze. Fidati. Merita. Good luck” mi fa lo scozzese prima di salutarmi alla mattina e sparire dietro l’angolo della casa.

-Quando hai iniziato a viaggiare in bicicletta – chiedo

-Maggio 2017 – risponde secco lui Continua a leggere “Carretera Austral”