#londonbarga

9LONDON (UK) – 12.07.2013 – L’altra mattina mi sono svegliato e sono andato in cucina per fare colazione nella casa in cui mi sono trasferito appena una settimana fa. Dopo aver messo l’acqua sul fuoco sono uscito nel giardino sul retro e ho visto un tipo, mai incontrato prima, che in ginocchio stava contemplando il barbecue completamente arrugginito. Al mio saluto ha risposto circa 1 minuto e 35 secondi netti dopo distogliendo per qualche preziosissimo attimo il suo sguardo dall’altrettanto preziosissimo barbecue, dopo di che è ritornato a concentrarsi, sempre in ginocchio, sul barbecue. Meraviglioso, ho pensato, però ora forse è giunto il momento di lasciare questa città. A modo nostro, in bicicletta.

Il tragitto in bici da Londra a Barga (la nostra hometown, come si dice qua) non sarà niente di nuovo, senza dubbio molte altre persone lo hanno già affrontato, raccontato, fotografato, sudato o chissà cos’altro, ma a noi non interessa. A noi piace perché è il nostro viaggio e non quello di altri. A noi piace perché vogliamo vivere il nostro personale tragitto, e sappiamo già da adesso, anche se non siamo ancora partiti, che non sarà mai uguale a quello di nessun altro. Abbiamo anche un percorso di massima, che regolarmente non rispetteremo, ma che ci è servito per dare un tono di ufficialità a tutta la faccenda. Chiaramente sarà valido fino al giorno in cui partiremo, poi dal momento in cui metteremo le nostre ruote sulla strada saremo liberi di fare tutto al contrario.

Il percorso si dovrebbe svolgere lungo questi luoghi:

London – Portsmouth nave per Saint-Malo – Rennes – Le Mans – Tours – Chateauroux – Lyon – Grenoble – Barcellonette – Col du Larche/Colle della Maddalena – Cuneo – Savona – Genova – La Spezia – Cinquale (spiaggia libera) – Passo del Cipollaio – Barga. Circa 2000 km per un tempo stimato di almeno 3 settimane, con soste e birre comprese.

L’idea di quest’anno è un po’ diversa rispetto alle due estati scorse, è una sorta di esperimento.

La bicicletta negli scorsi due anni, senza preavvisi o pianificazioni noiosissime, ci ha portato alla scoperta di Albania e Grecia con tutte le sue isole dello Ionio: Corfù, Lefkada, Itaca, Cefalonia, Zante e l’Isola di Cipro lo scorso anno. Qui c’era una regola non scritta ma sempre rispettata: mappa stradale per avere un minimo di indicazioni sulla direzione e telefoni spenti, pochi messaggi a casa solo per dire che ci stavamo perdendo per l’ennesima volta, stop.

Mentre quest’anno l’idea sviluppata insieme a Barganews di Keane e Lo Schermo.it è di cercare, sempre se le batterie ci assisteranno, di condividere con l’hastag #londonbarga il viaggio sui social media, però a modo nostro. Vista l’inutilità di condividere settecentocinquanta immagini al minuto cui nessuno vedrà mai interamente e sopratutto se ne dimenticherà nei seguenti trenta secondi, e visto che indubbiamente less is more, pensiamo di pubblicare un’immagine (no fotografie) al giorno, verosimilmente la migliore della giornata o comunque la più significativa e condividerla alla sera tramite Instagram su Facebook e Twitter.

Assieme all’immagine metteremo una breve descrizione su come è andata la giornata, fisseremo sulla mappa la località raggiunta (se lo sapremo), i chilometri percorsi, le condizioni meteorologiche, le difficoltà affrontate, il nostro umore, aneddoti vari, le birre fatte, le visioni di ragazze bellissime che la nostra stanchezza ci farà incontrare lungo la strada, magari anche una colonna sonora che ci ha fatto compagnia nella testa durante tutto il giorno o perché no la possibilità di confutare, una volta per tutte, la nostra personale teoria del vento, ovvero se sei in bici e c’è vento, è per forza contrario. Magari non descriveremo anche un bel niente se la giornata sarà stata pessima o se la pigrizia ci prenderà alla sprovvista o peggio ancora a nostra insaputa.

Incredibilmente quest’anno, oltre alla svolta tecnologica, avremo anche uno sponsor come quelle spedizioni vere che fanno cose incredibili.

Quello che sembrava essere solo una remota possibilità si è concretizzata in un piccolo budget e materiale tecnico utile per il viaggio, che ci è stato fornito da chi, incoscientemente, ha creduto in noi e nella nostra idea di viaggio (io stesso non ci avrei mai creduto) perciò un ringraziamento speciale va al DentalGroup SanNicola di Sassari guidato dal suo Amministratore Unico, Emanuele Ghionzoli e dal Direttore Generale, Amedeo Vincenti. Una nuova realta’ odontoiatrica nata in Sardegna, che, fra gli altri servizi di qualita’, ha voluto dare una particolare attenzione al mondo del sociale, mettendo a disposizione un servizio completamente gratuito per bambini disabili.

Partenza fissata per il 28 luglio da Londra e stay tuned su #londonbarga e prima o poi (sopratutto poi) arriveremo.

Rider – Juornalist: Stefano Elmi                                                                 Rider: Oriano Gigli

scrittimaiali©

6 pensieri riguardo “#londonbarga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...