1. MALEDETTI IMMIGRATI – L’incredibile storia di Top Fafa o Fafa Top

TopFafa_FafaTop

 

L’incredibile storia di Top Fafa o Fafa Top, colpevole di non conoscere molto bene il suo nome,
ha inizio un pomeriggio di un inverno un po’ troppo mite.

Come ti chiami? –
Fafa Top –
Come si scrive? –
Top Fafa –
Aspetta… Fafa Top o Top Fafa? –
E’ uguale –
Come è uguale? Qual’è il cognome e qual’è il nome? –
E’ uguale – (sorrisone)

Merda, il delirio iniziò così.

Pochi giorni dopo fummo raggiunti telefonicamente da un medico dell’ASL dicendoci che solo un ragazzo del gruppo appena arrivato aveva fatto gli esami del sangue, ma che non riuscivano a trovarli perché il nome e cognome sul permesso di soggiorno e sulla tessera sanitaria non coincidevano, erano invertiti, e quindi risultavano due diversi codici fiscali. Tutti i computer delll’ASL 2 Lucca non riuscivano a trovare gli esami del sangue che Top Fafa o Fafa Top aveva fatto.

Ma già la chiamata del medico aveva tutti i presagi di un delirio imminente:

Buongiorno –
Buongiorno –
Chiamo dalla ASL 2 di Lucca per il tale Fafa Top o Top Fafa –
Chi sta cercando scusi? –
Tale Fafa Top o Top Fafa –
Fafa Top o Top Fafa? –
E non lo so, me lo dica lei –
Come? Ma è lei che ha chiamato e sta cercando il tale –
Insomma il tale ha fatto delle analisi del sangue, ma è come se non le avesse fatte –
Scusi sono un po’ confuso –
La capisco –

Visto che non ci capivamo, alcuni giorni dopo ci incontrammo di persona per capire se le analisi del sangue fatte erano di Fafa Top o Top Fafa. Intanto il poveretto era ancora all’oscuro di tutto. Non sapeva di essere al centro di un intrigo che mandò in crisi medici, operatori e semplici astanti nelle sale d’aspetto degli ambulatori e ospedali di mezza provincia.

Tutti sembravano avere fermato le loro pratiche per cercare di risolvere il dilemma esistenziale di Top Fafa o Fafa Top.

Ah salve lei, è il ragazzo che cerca di capire se il nome è Top Fafa o Fafa Top? –
Sì effettivamente… –
Me lo saluti tanto quel povero ragazzo –
Certo, presenterò –

Medici e infermieri mai visti prima mi fermavano per sapere come stava una persona della quale non conoscevano assolutamente niente, a parte il suo nome e cognome che impallavano i loro computer.

Inoltre c’era un problema ulteriore, che in un primo momento era stato sottovalutato, ma che si rivelò cruciale: tale Top Fafa o Fafa Top era balbuziente. Così alle mille domande cui dovette rispondere circa il suo nome e cognome, occorrevano dai 30 ai 45 minuti netti, e se per caso sfuggiva una parola, per la ripetizione della risposta occorrevano dai 35 ai 55 minuti netti, e più di un’ora per il terzo tentativo. Anche lui, dopo un po’ si stancava, giustamente.

E’ sempre stato un ragazzo simpatico Top Fafa o Fafa Top, dovrebbe venire dal Benin o dal Togo, dovrebbe anche essere laureato in legge oppure essere un muratore, mi sfugge. Nessuno è mai arrivato sveglio alla fine di ogni sua risposta.

Comunque non venimmo mai a sapere se Top Fafa o Fafa Top si chiamasse in realtà Fafa Top o Top Fafa. Probabilmente qualche funzionario ASL optò per un veloce battesimo sulla tastiera di un qualsiasi ufficio preposto a dare identità e codici fiscali.

Mi dicono che oggi il ragazzo è felicemente titolare di un permesso di soggiorno per motivi umanitari, o forse gli è stata respinta la richiesta. Non saprei, nessuno aspetta mai la fine delle sue risposte.

 

 

Stefano Elmi (parole)

Simone Togneri (disegno)

scittimaiali (C)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...