1° maggio

 

Valentino, un amico che lavora nello Scatolificio Corsonna mi ha detto che per la Fiera del 1°Maggio a Fornaci di Barga, tutti i dipendenti assieme ai sindacati faranno un presidio lungo la via principale del paese.

Così, nonostante il cielo che promette acqua e armato di scarpette tecniche, decido di percorrere a piedi la vecchia strada che collega Barga a Fornaci. Oggi, questo tracciato si alterna fra strade secondarie, mulattiere e sentieri. Una volta, la via che passa dalla località di Giuvicchia e arriva sin dentro Fornaci Vecchia, era la via principale per giungere a Barga. Qui antiche testimonianze scritte narrano di come la Giuvicchia fosse stata adibita a luogo d’impiccagione, sino all’abolizione della pena di morte nello stato fiorentino. Da qui sono passati eserciti, granduchi di Toscana, nobili di varia caratura, briganti, viandanti, partigiani, nazisti e alleati.

Scendendo, su di un tornante, il bosco svanisce e si materializza la fabbrica metallurgica costruita dalla famiglia Orlando, con cui s’identifica Fornaci da poco più di 100 anni. Il colpo d’occhio, tutte le volte rimane sempre notevole. Dall’alto si capisce ancora meglio come tutto sia stato costruito in sua funzione. Continua a leggere “1° maggio”