Tentativo d’intervista ad un artista II° – Dr.Frame is back!

David Tazioli in arte Dr. Frame ha pubblicato su you tube, durante la scorsa settimana, alcuni suoi video musicali.

‘Pillar in the hand’,’Scramble’, ‘Without sleeping’ ed ‘Heart’ sono i titoli degli ultimi pezzi dell’artista barghigiano, che passano dal jazz, alla house al funky come unico e geniale flusso creativo.

David si è scoperto artista a seguito di un grave infortunio che interruppe la sua carriera di promettente calciatore nella lontana stagione 1994/1995. Infatti le cronache dell’epoca narrano che la caviglia si frantumò a seguito di un banale recupero di una ciliegia caduta da un albero.

Così l’ex spiccato talento calcistico, già musicista, già scrittore, già fondatore della 1X2m recording (la sua personale etichetta di produzione) ed ora sulla via per divenire videomaker. Questa forma d’arte per ora non era stata esplorata da David che in breve ci spiega la sua necessità di dare vita a quello che potrebbe diventare un nuovo campo d’azione.

 – Questi pezzi sono composizioni mirate per quanto concerne la struttura. Si tratta, infatti, di strutture a forma di canzone dove testo e voce sono gli ultimi elementi aggiunti. In questi video sono partito da un giro di basso in seguito armonizzato e abbellito dagli altri strumenti e dalle mie conoscenze armoniche nate durante questi anni di studio – Continua a leggere “Tentativo d’intervista ad un artista II° – Dr.Frame is back!”

La transumanza non è un pranzo di gala

Partenza alle ore 7 di una domenica mattina di fine ottobre non troppo fredda. Giordano e Birba, il cucciolo di border collie che poco alla volta sta imparando il mestiere, sono seguiti dal folto gregge di capre.

Ci ritroviamo in un’abitazione isolata nell’alta Valle della Corsonna. Iniziamo a scendere per un sentiero che porta al Rio di Bacina, attraversiamo il torrente e poi giù lungo la strada comunale che passa dalla Mocchia. Lungo il tragitto le capre mangiano delle frasche che trovano ai bordi, ma senza mai fermarsi. Poco prima del ponte di Catagnana imbocchiamo il sentiero delle Rupine per giungere a Barga, il gregge si allunga e una capra rimane più indietro. Un breve passaggio lungo il residenziale e sonnacchioso viale di Canteo, e dopo aver girato intorno alla chiesa della Fornacetta, la capra che si era attardata si accascia a bordo strada. E’ proprio sfinita e non ne vuole sapere di rialzarsi, stava poco bene già da alcuni giorni, così Giordano se la carica sulle spalle e ripartiamo. Attraversiamo i campi e i boschi di Latriani, sino a giungere alla sua casa, sulla provinciale tra Barga e Fornaci.

A poco più di un anno dall’uscita dell’articolo su Giordano Bonaccorsi, figlio di un ingegnere e di un insegnante, che una volta diplomatosi invece di andare all’università ha scelto di allevare capre, lo abbiamo seguito in una tradizione quasi scomparsa: la transumanza. Continua a leggere “La transumanza non è un pranzo di gala”